“Counseling e bilancio delle competenze: incontro dedicato alle donne/mamme che vogliono tornare a lavorare – La costruzione del nuovo curriculum”

Come per ogni edizione di #Mammatleta, il format dell’evento prevede la presenza di esperti in diverse discipline che possano portare valore ai contenuti e ai momenti di confronto con la community digitale stretta attorno ad Elisa Di Francisca. Quello del 13 aprile in McFIT sarà un evento molto particolare, perché i partecipanti potranno vivere una giornata immersi in un ambiente sportivo, senza dimenticare temi importanti come possono essere quelli legati al reinserimento al lavoro e al bilancio delle competenze.

Ho chiesto a MaryRosa Messina, l’esperta che interverrà con un workshop molto interessante, di descriverci il suo intervento in un guest post. 

Buona lettura!


 

“Voglio fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi” (Pablo Neruda)

Il CV è una presentazione scritta, ben organizzata di ciò che la persona offre. Non si tratta esclusivamente di un elenco di competenze, punti di forza e abilità varie, bensì di una brochure di vendita, e il prodotto SIAMO proprio NOI! È più di una semplice biografia , perché deve dimostrare come le nostre competenze professionali, oltre che individuali e relazionali, possano valere e in che modo, all’interno di un mutato contesto lavorativo.  Riconoscere e valorizzare le proprie competenze è quindi fondamentale per poter scrivere un Curriculum efficace.

 

Come possiamo farlo? Attraverso il Bilancio delle Competenze.

Il bilancio di competenze è un percorso di consulenza orientativa che consente alla persona di fare il punto su di sé e sulla propria situazione professionale, al fine di progettare un inserimento o reinserimento lavorativo e di sviluppare il proprio potenziale e la propria professionalità.

Gli obiettivi quindi sono:

  • Ripercorrere e valorizzare le proprie esperienze professionali e di vita;
  • Chiarire ciò che si conosce e che si sa fare (le competenze maturate);
  • Chiarire dove (in quale professione) è possibile impiegare le competenze maturate;
  • Ricostruire, analizzare e valutare la propria storia formativa e lavorativa oltreché le proprie acquisizioni professionali
  • Riconoscere e valorizzare le competenze e le risorse personali consolidate attraverso le esperienze professionali ed extra professionali
  • Individuare sia i punti di forza del proprio bagaglio di competenze e risorse, sia quegli elementi da potenziare e sviluppare, valutandone contestualmente la spendibilità e la trasferibilità in altri contesti lavorativi;

A onor di sintesi i “fuochi di analisi” del bilancio, quindi, si basano su:

  • La storia personale, formativa e professionale di ciascuno;
  • Riconoscimento/ricostruzione delle competenze e risorse psico-sociali;
  • Gli interessi professionali;
  • Le rappresentazioni del lavoro, le motivazioni e i valori personali;
  • La conoscenza del contesto e delle opportunità (con attenzione ai settori, alle aree professionali e ai ruoli lavorativi di interesse);
  • il progetto di sviluppo professionale e il piano di azione;

Quali saranno i risultati del bilancio?

  • Il piano professionale (di inserimento, reinserimento o sviluppo professionale);
  • Il piano di azione per la realizzazione del progetto professionale (obiettivi, azioni, tempi, impegni, risorse, ostacoli da aggirare);
  • Il portfolio di competenze (per raccogliere i documenti che descrivono e attestano i percorsi formativi e lavorativi e le competenze maturate);
  • Il documento di sintesi (per restituire in forma scritta lo svolgimento e gli esiti del percorso di bilancio).

Il percorso completo prevede 5  incontri individuali nei quali la persona si trova al centro in tutta la sua complessità. Durante il workshop faremo insieme una tappa di questo viaggio, andando alla scoperta delle abilità maggiormente richieste nel mondo del lavoro e cercheremo di individuare quali possono essere i nostri punti di forza e le eventuali aree di miglioramento. All’interno del workshop è prevista infatti un’esercitazione pratica di autovalutazione, con lo scopo di  “attivare” la persona e le sue risorse interne.

 


Come fare per partecipare a #Mammatleta@Milano?

La partecipazione è completamente gratuita. I posti a disposizione sono 100 e solo 50 potranno accedere alla FOOD HALL. Solo i primi 50 pre-registrati su Eventbrite e che si accrediteranno al desk il 13 aprile, entro le 9:30, potranno accedere alla FOOD HALL. Gli ulteriori 50 iscritti potranno accedere a tutte le altre attività delle altre sale previste nella giornata dell’evento: http://bit.ly/MammatletaMilano


Chi è Maryrosa Messina

Maryrosa MessinaMaryrosa Messina – Consulente Organizzativo Relazionale, Formatrice e Counselor

Sono un consulente organizzativo relazionale  che ha maturato una significativa esperienza nell’ambito della riorganizzazione aziendale di medie e grandi aziende. Presto la mia attività  in strutture dinamiche realizzando progetti concreti e innovativi nell’ambito dello sviluppo delle risorse umane e della responsabilità sociale delle aziende. Miglioro le performances cross-functional attraverso un percorso formativo delle risorse umane e l’ottimizzazione dei processi gestionali ed amministrativi.
Integro tecniche di formazione esperienziale con pratiche di counseling accompagnando le persone e le organizzazioni in un viaggio alla scoperta dell’importanza del gruppo di lavoro, delle proprie emozioni e della consapevolezza del proprio potenziale.

 

Maryrosa Messina nel WEB

 

www.formazionerisorse.com

 

Profilo LinkedIn

Profilo Facebook

Profilo Instagram