Tra i miei ricordi da bambina forse il momento della festa della mamma è quello che in questi giorni rivivo con grande emozione. Mi capita di chiudere gli occhi e immaginare la mia classe delle elementari: rivedo tutti i miei compagni e mi sembra di vedere anche la maestra mentre ci invita, come ogni anno, a preparare la letterina da consegnare alle mamme! Nei momenti che precedevano la scrittura vera e propria della lettera, ognuno di noi raccontava cosa faceva la propria mamma e cosa avremmo desiderato regalarle nel giorno dedicato alla sua festa.

Ascoltavo i racconti dei miei compagni e ripetevo a me stessa: “Sei fortunata Elisa perchè la tua mamma, pur lavorando, riesce a passare tanto tempo con te!”

Non amavo preparare in classe la letterina per la festa della mamma. La maestra mi permetteva di scriverla a casa perchè io volevo essere da sola mentre la scrivevo. Avrei potuto concentrarmi sul foglio bianco nel silenzio della mia camera. Infatti, di pomeriggio, mentre gli altri erano in sala o affaccendati in cucina, accostavo piano piano la porta della mia cameretta, preparavo il foglio e la penna e chiudevo gli occhi per pensare le frasi più belle da dedicare alla mia mamma: volevo fossero perfette e potessero esprimere tutto il mio amore per lei. E poi doveva essere bellissima questa letterina, perchè l’avrei letta in piedi sulla sedia, nel silenzio assoluto, durante il pranzo della festa.

Sono passati tanti anni. Le mie letterine hanno lasciato il posto a regali, cioccolatini, fiori e poi messaggi sul telefonino perché anche la tecnologia ha cambiato il modo nel quale faccio gli auguri alla mia mamma, con lo stesso amore di sempre.

Quest’anno ho la grande gioia e fortuna di poter festeggiare la mia prima festa della mamma: ci sarà Ettore che, a modo suo con le sue piccole manine e i suoi grandi baci, mi farà gli auguri per la mia festa! Penso a quanti strumenti nuovi ci sono ora per fare gli auguri alle mamme: dai videomessaggi agli sms la tecnologia ha preso il posto della scrittura con carta e penna. Ecco se dovessi esprimere un desiderio da neo-mamma vorrei che Ettore e tutti i bimbi della sua generazione, non perdessero la magia della letterina scritta a mano: il momento della preparazione, la scelta del disegno e i colori da usare, il profumo dei pastelli tra le dita e poi la consegna nelle mani della mamma della coloratissima letterina.

Spero arrivi presto il momento in cui Ettore farà per me la prima letterina per la festa della mamma: sono certa che la conserverò per sempre e la userò durante le nostre prime litigate per ricordargli quanto bene immenso vuole alla sua mamma… ma in fondo sarò io che la tirerò fuori da un cassetto quando mi mancheranno questi momenti magici in cui è ancora piccolino. Con dolce nostalgia, mentre dalla finestra lo guarderò uscire con la sua prima fidanzata, ricorderò il momento il cui, dritto sulla sedia, mi leggeva quella letterina piena di cuori colorati.

Privacy Preference Center

Cookies mammatleta.it

Come usiamo i cookie

Al fine di agevolare la navigazione sul proprio sito, DMTC ​potrà installare sul suo dispositivo, le seguenti tipologia di cookie tecnici: - cookie di sessione, il cui utilizzo non è strumentale alla raccolta di dati personali identificativi degli utenti, ma a migliorare la navigazione; - cookie di analisi, utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come gli stessi visitano il Sito. L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?